Menu

News dal blog

Casa: il 60% in più di abitazioni ristrutturate nel 2017, anche grazie all'online

Casa: il 60% in più di abitazioni ristrutturate nel 2017, anche grazie all'online

Nel 2017 sono state ristrutturate il 60% di case in più e gli investimenti per riammodernare le abitazioni sono raddoppiati raggiungendo quota 46,5 miliardi di euro. In questo contesto - fotografato dal direttore generale di Scenari Immobiliari Francesca Zirnstein – il digitale sta iniziando a giocare un ruolo sempre più importante.
 
Se ne è parlato nel corso del quarto convegno nazionale di Sercomated dal titolo “Gli effetti della rivoluzione digitale sulla filiera della ristrutturazione edile” - “Nel mondo ci sono 1,7 miliardi di persone che comprano online, 300 milioni sono in Europa. Gli acquisti online dei consumatori italiani - ha raccontato Giulio Finzi, segretario generale Netcomm  Consorzio del commercio elettronico italiano - ammontano a 23,6 miliardi di euro (+17%) nel 2017”.

Sono 22 milioni gli italiani che comprano online, più di 16 milioni una volta al mese, e la spesa media annua online è di 1.357 euro a testa. L’e-shopping si fa da smartphone per il 25% degli acquisti, nel 2013 era il 4% e per l’anno corrente ci si aspetta che raggiungano almeno la quota del 30%.  
“Da un sondaggio di Edilportale emerge che il primo driver di acquisto via e-commerce di prodotti edili è la convenienza. Altro driver importante è il risparmio di tempo, seguito dal fatto che amplia la possibilità di scelta, quindi la possibilità di accedere a un numero molto più ampio di brand rispetto a quelli presenti in un normale store di edilizia”.

Il rapporto degli italiani con la casa? Come si sceglie, come si vive e come si trasforma? Anzitutto lo scenario: il valore stimato del patrimonio immobiliare italiano è di 5mila miliardi di euro, 8 italiani su 10 sono proprietari della casa in cui vivono, una media molto al di sopra di quella europea. Ma non solo: 4 italiani su 10 dicono che oggi l’importanza della casa è aumentata. Perché?
 
“Perché stiamo vivendo un cambiamento epocale. La casa - ha spiegato Elisa Angiola, senior researcher Doxa - è sempre più presidiata: secondo il nostro sondaggio su un campione di 6mila italiani, il 41% passa più tempo in casa rispetto a 5 anni fa e la casa oggi è diventato un ambiente a ciclo continuo visto che il 31% degli italiani lavora da casa”.

L’abitazione, quindi, è un luogo che sta diventando sempre più polifunzionale. “Vivendo maggiormente le mura domestiche - prosegue la Angiola - chiaramente gli italiani si accorgono dei ‘difetti’ delle proprie abitazioni e si dichiarano insoddisfatti per il 40% dell’isolamento termico, per il 39% dell’isolamento acustico, per il 35% della sicurezza e per il 26% dell’accesso a nuove tecnologie”. 

Quindi bisogna andare incontro alle loro esigenze proponendo prodotti all’avanguardia disponibili sia online che nei punti vendita locali.

Condividi il post

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori