Menu

News dal blog

Il Gres da mille effetti: legno e marmo

Il Gres da mille effetti: legno e marmo

Scegliere di pavimentare la propria casa non è una cosa da poco, cioè non è un atto che può essere ripetuto più volte nella vita, poiché solitamente il tempo e il fattore economico giocano una carta a sfavore di questo cambiamento. Infatti, è raro che il pavimento venga cambiato con la stessa facilità con la quale si procede alla sostituzione di una tinta per pareti o addirittura per la mobilia: la pavimentazione dura anche tutta la vita.

È di fondamentale importanza, dunque, che la scelta della pavimentazione da adottare sia accurata e ponderata, seguendo i gusti, le preferenze, ma anche le necessità e lo stile di vita degli occupanti.

Spesse volte capita anche che si parta dalla scelta del pavimento per poi procedere con l'arredamento di tutta la casa: in ogni caso è sempre consigliabile adottare tinte o motivi decorativi moderati e calibrati al fine di non dover poi cedere a compromessi indesiderati, in futuro, per ciò che riguarda l'abbinamento dei mobili.

Motivi e decorazioni stravaganti possono essere impiegati in ambienti piccoli, oppure per la realizzazione di superfici che si desidera mettere in risalto; quest'ultimo caso è possibile quando ad essere decorato o tinteggiato in maniera bizzarra è solo una piccola porzione di pavimento, poiché, all'interno di una stanza possono convivere anche diverse tipologie di pavimentazione purché siano abbinate con gusto (personale). Con la pavimentazioni è anche possibile delimitare le varie zone della casa, soprattutto negli appartamenti living.

Perchè scegliere il gres per la pavimentazione della propria casa?
Oggigiorno ci si trova davanti alla possibilità di scegliere qualsivoglia tipologia di pavimentazione, ma sicuramente il gres risulta essere quella più pratica poiché esso viene pulito facilmente, è molto difficile da rovinare e non ha bisogno di molta manutenzione per mantenersi bello nel tempo.

Mentre la scelta del parquet è legata alla volontà di rendere la propria abitazione molto più calda e accogliente, l'opzione delle piastrelle, invece, è legata più ad un gusto strettamente personale, ma non per questo la resa estetica è da sottovalutare. Sicuramente, l'impiego di materiali naturali, quali il marmo o il legno, riescono a conferire all'abitazione una bellezza che non è solo visiva, ma rientra in una scoperta che coinvolge tutti i sensi; le piastrelle, dal canto loro, invece, vengono solitamente scelte solo per ragioni di estetica, o al massimo di praticità.

La grande novità, tuttavia, sta proprio nel fatto che, oggigiorno, le piastrelle in ceramica tendono a prendere tutte le caratteristiche estetiche dei materiali naturali, infatti, scegliere di pavimentare la propria casa con il gres rientra, anch'esso, nella riscoperta della bellezza degli elementi originali. Esistono in commercio piastrelle che riproducono perfettamente le venature del legno e i decori marmorei, per questo motivo, scegliere il gres non sarà solo un fattore legato alla praticità, alla convenienza, o al mero gusto estetico personale, più o meno stravagante, ma diventerà un atto di eleganza e stile con il quale adornare gli appartamenti.

In pratica, scegliere un gres ad effetto legno o marmo, è un'alternativa che consente di conciliare la bellezza del materiale naturale e la praticità della ceramica. La particolare compattezza delle piastrelle e la loro particolare resistenza, li rendono particolarmente indicati per la pavimentazione anche di ambienti esterni.

In che cosa consiste il gres effetto legno?
Il gres porcellanato effetto legno consiste in una pavimentazione realizzata con piastrelle effettivamente in gres, ma che vengono rivestite visivamente come se fossero i listoni di un parquet. Nessuna differenza intercorre tra le piastrelle e i listoni di legno all'impatto visivo, i più, però, accusano il gres di non regalare le medesime sensazioni del materiale naturale, percepite al tatto.

Chiaramente, là dove il parquet è in grado di dare quelle particolari sensazioni di caldo e accoglienza, il gres trova un limite invalicabile a causa proprio della differente natura.

Tuttavia, esistono anche casi in cui il gres, se ben realizzato, può anche regalare le medesime piacevoli sensazioni tattili. Proprio per questo motivo, al momento dell'acquisto, è consigliabile, non solo affidarsi alla mera resa estetica, ma qualora ve ne sia la possibilità, anche toccarlo con mano e camminarci sopra a piedi nudi, per scoprirne le sensazioni.

In che cosa consiste il gres effetto marmo?
Quando si decide di impiegare il marmo all'interno delle proprie abitazioni, chiaramente, le sensazioni da esso emanate, risultano meno calorose rispetto a quelle assicurate dal parquet, in compenso la brillantezza e la lucentezza del marmo sono in grado di conferire una particolare eleganza. Il gres, anche in questo caso, non lascerà delusi i propri affezionati, poiché l'effetto marmo è in grado di conferire le stesse caratteristiche del materiale naturale.

Il gres porcellanato a effetto marmo viene realizzato mediante un procedimento di sintetizzazione che sfrutta la compattazione dei materiali precedentemente polverizzati, quali l'argilla, la ceramica, i minerali feldspati, le rocce sedimentarie e la sabbia. A seguito di questo processo, l'impasto viene cotto a temperature molto elevate al fine di ceramizzare il composto ed infine viene colorato.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di scegliere un gres porcellanato con un particolare effetto?
I vantaggi di scegliere un gres ad effetto marmo o legno sono abbastanza evidenti, nel caso in cui si voglia conciliare una resa estetica quanto più vicina a quella dei materiali naturali, ma al contempo garantire una praticità di manutenzione e pulizia, rinunciando, malgrado a quelle peculiarità tattili e sensoriali del naturale.
Infatti, a voler riassumere, il gres porcellanato presenta una serie di vantaggi rispetto alle corrispettive pavimentazioni naturali, cioè:

un'estetica del tutto simile a quella degli elementi naturali a cui si ispira;
• può essere pulito con una certa facilità, non necessita di prodotti specifici e non richiede particolari attenzioni;
dura a lungo;
• resiste all'usura e al calpestio;
• resiste all'acqua, allo sporco, ai detergenti e agli agenti chimici;
• si colloca in una fascia di prezzo più bassa rispetto a quella dei materiali naturali.

Di contro, invece, il gres presenta una serie di svantaggi, ovvero:

• non riesce a garantire un effetto tattile identico a quello dei materiali naturali;
• non consente una messa in posa semplice, poiché è necessaria un'attenzione particolare alle fughe che potrebbero pregiudicare l'effetto finale;
• è in grado di garantire un minor isolamento termico e acustico, soprattutto se paragonato al legno.

Condividi il post

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori